BRUSCHETTA DI MARE CONDITA CON OLIO EXTRAVERGINE AL LICOPENE

 

Io ho utilizzato cozze, vongole, gamberetti, ciuffetti di calamari e polipetti, ma voi potrete personalizzarle a vostro piacimento.

La ricetta è stata preparata in collaborazione con la nutrizionista @dott.ssalauragiannini e si seguito trovate i suoi preziosi suggerimenti.

I frutti di mare presentano generalmente un profilo calorico basso o moderato. In cui la componente proteica è rilevante, mentre quello lipidica generalmente bassa, attenzione però al contenuto in colesterolo di bivalvi e crostacei.

I molluschi apportano anche buone quantità di vitamine B, tra cui la preziosa B12 e di minerali come ferro, selenio, iodio, zinco e sodio (attenzione ipertesi).

I crostacei invece sono una buona fonte di omega 3 e calcio.

Questi preziosi frutti di mare, sono stati conditi con l’olio @ohlife.italia arricchito di licopene, uno dei più forti antiossidanti che la natura ci mette a disposizion per proteggere le nostre cellule dall’attacco dei radicali liberi.

RICETTA DEL MAGO DEI FORNELLI

Ingredienti per 4 persone

800 g di frutti di mare
200 g di gamberetti
100 g polpo
100 g ciuffetti di calamaro
1 spicchiò di aglio
4 fette di pane cotto a legna
1 bicchiere di vino
1 mazzo di prezzemolo
4 pomodori secchi
olio extravergine al licopene q.b.
sale q.b.

Procedimento

Fate spurgare i frutti di mare in acqua salata per almeno 30 minuti. Nel frattempo lessate i tentacoli del polpo. Ricavate 4 dischetti dalle fette di pane aiutandovi con un coppapasta o un bicchiere e tostateli in forno.
Trascorsi i 30 minuti, lavate bene i frutti di mare, metteteli in una padella e fateli schiudere a fiamma vivace, quindi sfumate con il vino bianco e lasciateli cuocere con il coperchio per pochi minuti. Filtrate il liquido di cottura e togliete i frutti di mare dal guscio. A questo punto rimettete in padella il fondo di cottura, aggiungete i tentacoli del polpo tagliati a pezzetti, i ciuffetti di calamaro e i gamberetti sgusciati. Fate cuocere per una decina di minuti e infine aggiungete i frutti di mare.
Servite le bruschette con un abbondante cucchiaio di insalata di mare, qualche pezzetto di pomodoro secco, del prezzemolo fresco e un filo d’olio extravergine al licopene.

SCAMPO MARINATO IN OLIO EXTRAVERGINE AL LICOPENE SU CROSTINO DI PANE E VELLUTATA DI CECI

 

È noto che l’assunzione di olio extravergine d’oliva amplifichi notevolmente l’assorbimento del licopene. Da questo nasce la brillante idea di @ohlife di arricchire il loro olio evo con licopene di 100% origine naturale. Il licopene è un potente antiossidante contenuto nei pomodori ed in alcuni frutti. Gli antiossidanti sono molecole fondamentali per proteggerci dall’attacco dei radicali liberi, e aiutarci a preservare la nostra salute.
Ad arricchire il pool di benefici di questo antipasto ci sono i ceci: importante fonte di proteine, non tutti sanno che sono anche ricchi di folati, utili tra le altre cose per tenere bassi i livelli di omocisteina. Lo scampo, dal gusto inconfondibile e delizioso, è una buona fonte di proteine, ma attenzione a non esagerare: è anche ricco in sodio e colesterolo.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE CREATA DA DOM182

400 g di ceci cotti
4 scampi
200 ml di brodo vegetale
olio extravergine al licopene
120 g di pane (1 fetta di pane)
1/2 limone (succo)
semi di sesamo q.b.
pepe rosa in grani q.b.
paprika q.b.
prezzemolo q.b.
sale q.b.

 

PROCEDIMENTO

Per prima cosa lavate e sgusciate gli scampi, poi metteteli in una ciotola e lasciateli marinare per 30 minuti circa con l’olio extravergine al licopene, il succo di limone, un pizzico di sale e qualche granello di pepe rosa.
Nel frattempo, decorticate i ceci, precedentemente cotti, e frullateli con un po’ di brodo vegetale fino ad ottenere una vellutata liscia e cremosa. Lasciate alcuni ceci interi da parte per decorare il piatto finale.
Tagliate il pane in quattro parti e tostatelo nel grill del forno per ottenere i crostini. Tostate anche i ceci interi. A questo punto, scottate gli scampi su una piastra o padella antiaderente per pochi minuti. Preparate il piatto versando un cucchiaio di vellutata di ceci in un piatto fondo, aggiungete il crostino di pane e lo scampo scottato. Completate il piatto con una spolverata di paprika, una manciata di semi di sesamo, un filo d’olio extravergine al licopene, i ceci tostati e una fogliolina di prezzemolo.

GNOCCHI DI PATATE CON CREMA DI CIME DI RAPE VONGOLE VERACI E OHLIFE

La ricetta è stata elaborata da @doms182  con @dott.ssafedericamagaledietista per ottenere un piatto sano ed equilibrato.
Gli gnocchi infatti sono un ottimo primo piatto perché la loro preparazione (doppia cottura) rende il contenuto di amido nettamente inferiore. Le cime di rapa, come la maggior parte degli ortaggi, sono costituite per lo più da acqua e quindi poco calorici ma ricchi di vitamine e sali minerali. L’abbinamento con le vongole apporta le proteine necessarie a bilanciare il piatto.
Per completare la ricetta, ho aggiunto a crudo un filo d’olio extravergine di oliva , l’unico olio arricchito con un integratore alimentare 100% naturale, il licopene da pomodoro, che ha un’azione fortemente antiossidante. Questo olio arricchisce il piatto donando una nota di colore e un dolce sentore di pomodoro che contrasta l’amarognolo delle cime di rapa.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

800 g gnocchi di patate
500 g cime di rapa
500 g vongole veraci
1 spicchioaglio
q.b.olio extravergine d’oliva
q.b.sale
q.b.peperoncino (facoltativo)

Lavare e mondare le cime di rapa, separando le foglie dai gambi (che utilizzeremo per la cremina). Sbollentare le foglie e i gambi, in abbondante acqua. Dopo qualche minuto togliere le foglie e reffreddarle in acqua e ghiaccio. Lasciare cuocere i gambi ancora per qualche minuto.

Spurgare le vongole in una ciotola con acqua fredda e sale per almeno 30 minuti.

Frullare con un filo d’olio parte delle foglie e i gambi fino ad ottenere una crema liscia.

Scaldare un filo d’olio in una padella e rosolare lo spicchio d’aglio, poi saltare la restante parte delle cime di rapa per qualche minuto.

Mettere le vongole in un tegame a fuoco basso e farle aprire. Sgusciare una parte delle vongole e tenere da parte il liquido rilaciato in cotture dopo averlo filtrato.

Nello stesso tegame mettere le cime di rapa precedentemente saltate, aggiungere gli gnocchi e il liquido delle vongole. Saltare a fuoco medio per qualche minuto.

A fuoco spento, unire le vongole sgusciate e la crema di broccoli frullati.

Impiattare gli gnocchi aggiungendo qualche vongola non sgusciata, delle cimette di broccoli e un filo d’olio al licopene.

OHLIFE: L’INNOVAZIONE DELL’INTEGRAZIONE AL LICOPENE

OHLIFE è l’unico olio extra vergine di oliva addizionato con un integratore alimentare 100% naturale, il licopene da pomodoro.

Studi condotti dall’Università del Massachusets, hanno dimostrato che l’olio extra vergine di oliva amplifica di 4 volte l’assimilazione di licopene nel nostro organismo, rispetto all’assunzione di licopene puro.

Studio: Potential physicochemical basis of Mediterranean diet effect: Ability of emulsified olive oil to increase carotenoid bioaccessibility in raw and cooked tomatoes
Autori: Qian Li, Ti Li, Chenxgmei Liu, Ruojie Zhang, Zipei Zhang, Taotao Dai, David Julian McClements
Fonte: PubMed
Link : https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28460921

OHLIFE ha un sapore dolce e delicato che si sposa con qualsiasi pietanza, arricchendola di un tocco di creatività dato dal suo colore rosso, indice della naturalezza del prodotto.

Un cucchiaio da tavola contiene 7 mg di licopene da pomodoro.
Per godere dei benefici del licopene, si consiglia l’assunzione di 2 cucchiai da tavola al giorno.

LICOPENE DA POMODORO
STUDI E BENEFICI NELL’ORGANISMO

Il licopene da pomodoro è il più potente antiossidante presente in natura.

Naturalmente presente in pomodori e alcuni frutti, da anni viene utilizzato come integratore alimentare al fine di contrastare diverse patologie in cui lo stress ossidativo ricopre un ruolo centrale.

La sua capacità di equilibrare il PH dell’organismo, consente di prevenire l’insorgere di patologie tumorali, di preservare l’organismo, il DNA e i suoi tessuti dall’invecchiamento precoce.
Ha inoltre un effetto cardioprotettore, proteggendo il sistema vascolare da irrigidimento ed ispessimento dei condotti linfatici, nonché diminuendo l’accumulodi colesterolo eprevenendo l’insorgere di fenomeni aterosclerici.

Studio: The Anti-Atherogenic Effects of Lycopene
Autore: Amany M. M. Basuny
Link : https://www.intechopen.com/books/lipoproteins-role-in-health-and-diseases/the-anti-atherogenic-effects-of-lycopene

In particolare, contrasta l’insorgenza di patologie prostatiche, poiché si deposita in testicoli, ghiandola prostatica, ghiandole surrenali, reni e fegato. In riferimento alla fertilità maschile, è stato dimostrato come l’integrazione di licopene da pomodoro nell’organismo, sia capace di curare la fertilità maschile con un dosaggio di 4/8mg di licopene da pomodoro per 3/12 mesi.

Studio: Lycopene and male infertility
Autori: Damayanthi Durairajanayagam, Ashok Agarwal, Chloe Ong, Pallavi Prashast
Link:  https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4023371/

Mehran Nouri, Reza Amani, Mohammadhossein Nasr-Esfahani, Mohammad Javad Tarrahi, a seguito della somministrazione di 25 mg di licopene su 44 uomini infertili con oligozoospermia, per 12 settimane, con controllo su un altro gruppo trattato con placebo, hanno riscontrato un aumento significativo del numero totale di spermatozoi, del volume dell’eiaculato e della mobilità spermatica.

Studio: The effects of lycopene supplement on the spermatogram and seminal oxidative stress in infertile men
Autori: Mehran Nouri, Reza Amani, Mohammadhossein Nasr-Esfahani, Mohammad Javad Tarrahi
Link:  https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31468596/

Protegge la pelle dall’invecchiamento precoce ed esercita una funzione fotoriparatrice per i danni da esposizione ai raggi UV.

Studio: Lycopene-rich Products and Dietary Photoprotection
Autori: Wilhelm Stahl, Ulrike Heinrich, Olivier Aust, Hagen Tronnier, Helmut Sies
Link:  https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/16465309/

Studio: Supplementation With Tomato-Based Products Increases Lycopene, Phytofluene, and Phytoene Levels in Human Serum and Protects Against UV-lightinduced Erythema
Autori: Olivier Aust, Wilhelm Stahl, Helmut Sies, Hagen Tronnier, Ulrike Heinrich
Link: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/15830922/

q

È stato dimostrato che l’integrazione di 32,5 mg di licopene, tramite succo di pomodoro, dopo 2 mesi abbia ridotto la circonferenza del punto vita, nonché i livelli sierici di colesterolo e adipochine nelle giovani donne sane.

Studio: Tomato juice supplementation in young women reduces inflammatory adipokine levels independently of body fat reduction
Autori: Yu-FenLi Ph.D., YaYuanChang B.S.b., Hui-ChiHuang Ph.D., Yi-Chen Wu M.S., Mei-DueYang Ph.D., Pei-MinChao Ph.D.
Link: https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0899900714005024

Ricercatori del General Chemical State Laboratory of Greece in uno studio pubblicato sulla rivistaFood and Chemical Toxicology, in grado di aiutare i muscoli a tornare alla normalità. Gli esperti, provenienti dalle istituzioni sanitarie di tutta la Grecia, hanno condotto test su 15 atleti per un periodo di 2 mesi, analizzando i segni vitali prima, durante e dopo l’esercizio fisico. 9 di loro hanno bevuto il succo di pomodoro dopo l’esercizio fisico e 6 hanno consumato il loro abituale energy drink. I partecipanti che hanno bevuto il succo di pomodoro hanno mostrato livelli di recupero muscolare più rapidi dopo un intenso esercizio fisico. Anche il loro tasso di glucosio è tornato alla normalità più velocemente.

Studio: Succo di pomodoro: meglio degli energy drink dopo lo sport
Autori: General Chemical State Laboratory of Greece
Link: https://www.wellme.it/dieta-e-alimentazione/nutrirsi-sano/5923-succo-pomodoro-sport-licopene/

L’UTILIZZO QUOTIDIANO DI OLIO DI OLIVA VERGINE ADDIZIONATO CON LICOPENE, PUÒ AUMENTARE GLI EFFETTI BENEFICI SULLA SALUTE DELL’OLIO DI OLIVA VERGINE, DIVENTANDO UNO STRUMENTO FUNZIONALE CONTRO DIVERSI DISTURBI IN CUI LO STRESS OSSIDATIVO SVOLGE UN RUOLO IMPORTANTE.

Studio: A lycopene‐enriched virgin olive oil enhances antioxidant status in humans
Autori: Garrido M, González-Flores D, Marchena AM, Prior E, García-Parra J, Barriga C, Rodríguez Moratinos AB
Link:https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1002/jsfa.5972

GRAZIE A QUESTA PROPRIETÀ, SONO STATI PROVATI MOLTI EFFETTI BENEFICI, INCLUSO IL SUO POTENZIALE RUOLO CARDIOPROTETTIVO.

PROVE CRESCENTI INDICANO CHIARI BENEFICI DEL LICOPENE NEL MANTENIMENTO DELLA FUNZIONE CARDIOVASCOLARE E DELLA SALUTE. LE CONOSCENZE SUGLI EFFETTI PREVENTIVI DEL LICOPENE NELL’ATEROSCLEROSI E IN ALTRE MALATTIE CARDIOVASCOLARI DEVONO ESSERE TRADOTTE IN CAMBIAMENTI NEGLI SCHEMI ALIMENTARI, CON L’OBIETTIVO DI AUMENTARE IL CONSUMO DI POMODORO, PRODOTTI CONTENENTI POMODORO O ALTRI ALIMENTI AD ALTO CONTENUTO DI LICOPENE.

Studio: Can lycopene be considered an effective protection against cardiovascular disease?
Autori: Costa-Rodriges, O Pinho, P.R.R. Monteiro
Link:https://doi.org/10.1016/j.foodchem.2017.11.055

I POTENZIALI BENEFICI PER IL SISTEMA CARDIOVASCOLARE DELLE DIETE RICCHE IN POMODORO SONO STATI CORRELATI ALLE CONCENTRAZIONI PLASMATICHE DI CAROTENOIDI.

LO SCOPO DI QUESTO STUDIO È STATO VALUTARE L’EFFETTO DELL’AGGIUNTA DI OLIO AL SUCCO DI POMODORO (NON TRATTATO CON IL CALORE) SULLA BIODISPONIBILITÀ DI CAROTENOIDI NEL PLASMA E SULLA RISPOSTA LIPIDICA POST-PRANDIALE.

IN UNO STUDIO DI NUTRIZIONE RANDOMIZZATO, A UNDICI VOLONTARI SANI SONO STATI FATTI CONSUMARE, IN UNA SINGOLA DOSE, 750 G DI SUCCO DI POMODORO (TOMATO JUICE, TJ) CONTENENTE IL 10% DI OLIO D’OLIVA RAFFINATO/70 KG DI PESO CORPOREO (BODY WEIGHT, BW) E 750 G DI TJ SENZA OLIO/70 KG BW, IN DUE GIORNI DIVERSI. TUTTI GLI ISOMERI DEL LICOPENE SONO AUMENTATI IN MODO SIGNIFICATIVO NEI SOGGETTI CHE CONSUMAVANO TJ CON L’OLIO, RAGGIUNGENDO LA MASSIMA CONCENTRAZIONE DOPO 24 ORE. IL COLESTEROLO LDL E IL COLESTEROLO TOTALE SONO DIMINUITI SIGNIFICATIVAMENTE 6 ORE DOPO IL CONSUMO DI TJ CON OLIO.

Studio: Influence of Olive Oil on Carotenoid Absorption From Tomato Juice and Effects on Postprandial Lipemia
Autori: Sara Arraz, Miriam Martínez-Huélamo, Anna Vallverdu-Queralt, Palmira Valderas-Martinez, Montse Illán, Emilio Sacanella, Elvira Escribano, Roman Estruch, Rosa Ma Lamuela-Raventos
Link:https://doi.org/10.1016/j.foodchem.2014.07.053